Chi siamo

Officine della Cultura è una cooperativa, fondata come primo nucleo nel 1997 e con l’attuale ragione sociale nel 2010, da un gruppo di musicisti e operatori che lavorano a vario titolo nell’area della produzione e della promozione culturale. I diversi settori di intervento vanno dalla produzione e distribuzione di spettacolo, alla progettazione e gestione di festival, rassegne e servizi legati alle attività culturali e dello spettacolo dal vivo, fino alla gestione diretta di spazi come teatri e cinema.

Nel 2013, dopo dieci anni di riconoscimento regionale come ente di produzione (musica/teatro musicale), con l’introduzione del nuovo sistema regionale delle residenze, Officine della Cultura ottiene il riconoscimento della Regione Toscana (per il triennio 2013/15) come “Residenza Artistica Culturale”. Viene così valorizzato in maniera organica il lavoro di produzione e di promozione dello spettacolo dal vivo della cooperativa.


Le Produzioni Officine della Cultura si caratterizzano per la multidisciplinarietà (musica/teatro), nonché per l’attenzione alle culture altre, facendo così della contaminazione delle culture e dei linguaggi espressivi, il proprio carattere distintivo. Negli anni, per l’attività di produzione, Officine della Cultura ha collaborato strettamente con artisti e autori importanti, tra cui segnaliamo Stefano Massini, Amanda Sandrelli, Isabella Ragonese, Moni Ovadia, Frank London, Shel Shapiro. Ha inoltre co-prodotto alcuni dei propri spettacoli con altri soggetti toscani, come Teatro Popolare d’Arte e Il Teatro delle Donne.

Tra le produzioni e co-produzioni più importanti degli ultimi anni segnaliamo:

  • OMA – Orchestra Multietnica di Arezzo (logo-facebook-pic). Diretta da Enrico Fink – Venticinque musicisti provenienti da undici paesi diversi (Asia, Est-Europa, Africa, Sudamerica). Il repertorio è costituito da brani tradizionali delle aree di provenienza dei musicisti coinvolti. L’OMA ha realizzato concerti e tournée con Cisco, Raiz, Moni Ovadia, Bandabardò, Shel Shapiro, Frank London.

Nel triennio 2013/15 si è inoltre consolidata la collaborazione con l’Accademia di Arti Antiche Resonars di Assisi, per la co-progettazione della sezione musica antica del Festival delle Musiche, nonché per alcune collaborazioni relative al gruppo di musica antica Anonima Frottolisti, come nel caso della produzione del 2016 “Orlando che ismarrito avea il cervello“.


L’attività di produzione si affianca in maniera organica ed integrata a quella legata alla gestione e programmazione di tre Teatri Comunali della Val di Chiana Aretina e del Cinema Eden di Arezzo.

Teatro Verdi (logo-facebook-pic) a Monte San Savino per la cui direzione artistica ci si avvale della collaborazione di Amanda Sandrelli – 200 posti.

Officine della Cultura gestisce il Teatro Verdi di Monte San Savino dal 2000, facendone la propria “residenza” come compagnia di produzione teatrale/musicale. Grazie alla progettualità e al tipo di lavoro impostato da Officine della Cultura, il Teatro Verdi è stato inserito a partire dal 2001 nel circuito Sipario Aperto della Regione Toscana e nella Rete Teatrale Aretina. Le attività hanno visto uno sviluppo notevole nel corso degli anni: si è passati da un cartellone di sette/otto spettacoli, alla realizzazione di un quadruplo cartellone per diverse tipologie di spettacolo (teatro, musica, giovani compagnie, pubblico scolastico), nonché di una programmazione cinematografica settimanale per tutto il periodo autunno/primavera.

Teatro Comunale Mario Spina (logo-facebook-pic) di Castiglion Fiorentino per la cui direzione artistica ci si avvale della collaborazione di Alessandro Benvenuti – 300 posti.

A partire dal mese di novembre 2015, Officine della Cultura si occupa della programmazione del Teatro Comunale Mario Spina di Castiglion Fiorentino. A fianco della programmazione “ufficiale”, gestita in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo onlus, viene proposta al pubblico una stagione bis, intitolata “Non staccare la Spina”, che da spazio a progetti legati a linguaggi contemporanei, alla musica e ad alcune interessanti produzioni del territorio.

Teatro Rosini (logo-facebook-pic) di Lucignano – 100 posti.

La gestione del Teatro Rosini è stata affidata in convenzione dal Comune di Lucignano a Officine della Cultura a partire dal 2010 (stagione teatrale 2010/2011). Diversamente da quanto avviene per il Teatro Verdi, Officine si occupa per il Teatro Rosini degli aspetti organizzativi e gestionali legati alla sola attività della Stagione Teatrale ufficiale. Grazie alle relazioni e ai rapporti di Officine della Cultura, anche il Teatro Rosini è stato inserito nel circuito Sipario Aperto della Regione Toscana e nella Rete Teatrale Aretina. Anche al Rosini sono stati estesi i servizi al pubblico del Verdi, come il sistema di prenotazione e vendita on-line e nel circuito box office Toscana, o come l’inserimento nel progetto di formazione del pubblico della Rete Teatrale Aretina “Spettatori Erranti”. Novità della stagione teatrale 2015/16l’inserimento in Vetrina Toscana, iniziativa promossa dalla Regione Toscana e dalla Camera di Commercio.

Cinema Eden (logo-facebook-pic) di Arezzo – 2 sale.

A gennaio 2015, Officine della Cultura ha rilevato l’attività del Cinema Eden, l’unica sala della città alternativa alla multisala UCI, sia in termini di contenuti che per il fatto di trovarsi nel cuore della città. Il cinema Eden ha due sale: Eden D’essai e Piccolo Eden e un’arena che può essere considerata “la residenza estiva” di Officine della Cultura. Nell’Arena già da giugno a settembre 2015 sono stati programmati spettacoli teatrali, musicali, proiezioni cinematografiche e altre attività di intrattenimento caratteristiche di uno spazio estivo all’aperto (DJ set, letture, performance) il tutto supportato, anche dal punto di vista economico, dalla gestione di un bar aperto per tutta l’estate dal martedì alla domenica.

Segnaliamo inoltre che da novembre 2006 Officine della Cultura gestisce, per conto del Comune di Arezzo, i servizi connessi alla gestione della stagione teatrale e musicale del Comune di Arezzo – biglietteria, personale di sala, personale tecnico – presso i vari teatri della città: Petrarca, Pietro Aretino, Mecenate e Tenda. La gestione riguarda anche le attività dei teatri per conto terzi, per quanto attiene i servizi tecnici.


L’attività produttiva e di ospitalità si sviluppa anche attraverso l’ideazione e la gestione di festival multidisciplinari. Per ulteriori informazioni in merito alla programmazione rimandiamo ai rispettivi siti:

  • il “Mix Festival” prodotto in collaborazione con l’Orchestra della Toscana e il Gruppo Feltrinelli;
  • il “Festival delle Musiche”, che si svolge insieme al “Mix Festival” a Cortona e negli altri Comuni della Val di Chiana Aretina;
  • il “Toscana Gospel Festival”, che si tiene a dicembre in quindici città toscane e che ha ottenuto dal 2013 il riconoscimento del Consolato Generale degli Stati Uniti d’America.

Officine della Cultura dedica infine una particolare attenzione all’attività laboratoriale e alla formazione del pubblico, che comprende, tra l’altro, la programmazione di laboratori musicali presso Istituti Scolastici di Arezzo e della Val di Chiana, nonché lezioni/concerto curate dai musicisti dell’Orchestra Multietnica di Arezzo e finalizzate principalmente alla valorizzazione dell’intercultura.


Organizzazione aziendale

La struttura organizzativa prevede l’impiego di personale per lo più socio della cooperativa. Indichiamo di seguito l’organigramma per quanto riguarda le figure principali:

Direzione generale / direzione organizzativa

Massimo Ferri (Presidente)
Direzione generale e coordinamento delle attività e del personale, responsabile della qualità dei servizi e delle produzioni. Direttore Organizzativo dei festival e delle attività dei teatri.

Direzione artistica programmazioni

Luca Baldini (Consigliere di Amministrazione)
Direzione artistica per le programmazioni dei teatri e collaborazione alla direzione artistica per i festival.

Michele Squillace (socio)
Programmazione cinema.

Andrea Laurenzi (Consigliere di Amministrazione)
Direzione artistica Toscana Gospel Festival.
Consulenza e supervisione per strategie di comunicazione. Ufficio Stampa Toscana Gospel Festival.
Direzione artistica attività di produzione

Enrico Fink (socio)
Direzione artistica del settore produzione musicale/ teatrale.
Direttore musicale dell’Orchestra Multietnica di Arezzo.

Segreteria organizzativa

Stefania Sandroni (Consigliere di Amministrazione)
Segreteria organizzativa e amministrativa per i festival, le programmazioni teatrali e le produzioni, responsabile biglietterie.

Mariel Tahiraj (socio)
Assistente alla segreteria.

Amministrazione

Grazia Ricci (socia)
Responsabile amministrazione, controllo di gestione, gestione dei contratti lavorativi.

Direzione tecnica

Damien Salis (socio)
Responsabile tecnico del Teatro Verdi di Monte San Savino.

Ufficio stampa/comunicazione/marketing

Gianni Micheli (socio)
Direzione e pianificazione delle azioni di comunicazione, gestione web e social network. Ufficio stampa.

Officine della Cultura si avvale inoltre dell’Ufficio Stampa della Rete Teatrale Aretina, per le azioni di comunicazione dei teatri Verdi, Mario Spina e Rosini.

In aggiunta al gruppo organizzativo sopra indicato, impegnato nella gestione generale della cooperativa e delle sue attività, operano con continuità nelle attività della società altri quattro soci. Inoltre (in maniera meno organica ma con una certa continuità) collabora con Officine della Cultura altro personale artistico, tecnico ed organizzativo.

Sicurezza
La gestione del piano di sicurezza è garantita dalla persona del Direttore Organizzativo, nonché Presidente della Cooperativa, Massimo Ferri (in possesso della qualifica di “Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione Aziendale”), nonché da tecnici ed operatori della cooperativa in possesso dei requisiti necessari.